Phersei S.r.l

Concorrenza Sleale

Investigazioni aziendali

La nostra agenzia investigativa è specializzata in casi di concorrenza sleale, sviamento clientela, investigazioni aziendali, infedeltà soci, infedeltà dipendenti, tutela marchi e brevetti, protezione know how, anticontraffazione, bonifiche da microspie. Con le nostre investigazioni dimostriamo, con prove giuridicamente valide, qualsiasi fenomeno di concorrenza sleale attuato a discapito dei nostri assistiti che avranno quindi la possibilità di tutelare la propria azienda legalmente. Phersei Investigazioni, al termine dell’indagine, vi consegnerà un dossier dettagliato, corredato di documentazione fotografica, accertamenti, visure e controlli effettuati da produrre in sede di giudizio.

Concorrenza sleale – definizione

In ambito economico-giuridico la concorrenza sleale si definisce come l'utilizzo di tecniche e mezzi illeciti per ottenere un ingiusto vantaggio sui competitor o per arrecare loro un danno. Esempi emblematici di concorrenza sleale possono essere: usare nomi o segni distintivi idonei a produrre confusione con i nomi o con i segni distintivi legittimamente usati da altri imprenditori ; diffondere notizie e apprezzamenti sui prodotti e sull'attività di un concorrente, idonei a determinarne il discredito; imitare servilmente i prodotti di un concorrente, o agire con qualsiasi altro mezzo compiendo atti idonei a creare confusione con i prodotti e con l'attività di un concorrente; appropriarsi di pregi dei prodotti o dell'impresa di un concorrente; valersi direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della correttezza professionale e idoneo a danneggiare l'altrui azienda (atti contrari alla correttezza professionale). Il danno da concorrenza sleale non è costituito solamente dalla sottrazione di clientela, ma anche dagli atti di denigrazione aziendale che si traducono in danno all'immagine e dunque in una plausibile diminuzione di vendita dei prodotti. Il legislatore negli ultimi anni ha espresso esclusivamente a favore del risarcimento per equivalente, nelle sue componenti del danno emergente e del lucro cessante.

Il danno emergente

Il danno emergente e’ caratterizzato prevalentemente dalle spese sostenute per l’acquisizione delle prove atte a dimostrare la concorrenza sleale, nonché per interromperla e ridimensionarne gli effetti, ed anche nel pregiudizio patrimoniale conseguente all'acquisizione ed allo sfruttamento parassitario delle informazioni e delle tecniche acquisite da un'impresa in anni di ricerche e studi. Si può pertanto affermare che, atti di concorrenza sleale, generano anche danni inerenti l’aspetto morale che si evince dallo stress frustrante generato dalle potenziali aspettative di insuccesso della società.

Qualora non sia possibile stabilire con esattezza l’ammontare del danno emergente da concorrenza sleale, sarà possibile ricorrere, in alternativa, alla denominata ‘’liquidazione equitativa’’; sarà tuttavia necessario proporre documentazione probatoria inerente il danno subito

Quantifichiamo il danno da concorrenza sleale

Determinare il danno in conseguenza dell’illecita concorrenza sleale subita significa identificare l'utile lordo che l'azienda non ha realizzato a Seguito della condotta illecita del concorrente. Qualora non vi siano precise indicazioni in merito alla quota di mercato appannaggio dell’azienda in condizioni di concorrenza libera e leale, il legislatore provvede a comparare il calo delle vendite o la fallita espansione aziendale che ha subito l’atto illecito con l’accelerazione delle vendite da parte del competitor sleale; il legislatore inoltre presuppone che il concorrente sleale possa avere messo in campo strategie di prezzo ‘’al ribasso’’ per ‘’battere’’ il concorrente. La deliberazione della cifra oggetto del ristoro si evince dai risultati economici ottenuti dal concorrente sleale. Talvolta però, i risarcimenti hanno necessariamente scopi ristoratori bensì, sovente, il legislatore attribuisce loro caratteristiche sanzionatorie facendo realizzare al danneggiato un beneficio economico superiore a quello che, in normali condizioni di concorrenza leale, sarebbe stato capace di realizzare. Risulta pertanto evidente che la normativa e’ stata concepita con lo scopo primario di scoraggiare le aziende che intendono intraprendere atti di tal genere per trarre un ingiusto profitto.

Affidatevi a Phersei

Telefono E-mail

Guarda anche:

I nostri servizi per le aziende:

Perché un’investigazione firmata Phersei?

Autorizzazioni Governative



Sinergie



Struttura



Alto livello qualitativo



Principio di chiarezza



Principio di coerenza